Excite

Stupro al festino natalizio del Manchester, fermato Evans

Le premesse c'erano tutte perchè la festa di Natale organizzata dai giocatori del Manchester United finisse male. Avevano ingaggiato cento spogliarelliste, allestito una sala da gioco d'azzardo, il tutto accompagnato da fiumi di alcool, per una spesa di 6000 euro per ogni giocatore. E infatti il festino sarebbe finito con lo stupro, secondo quello che riporta il tabloid inglese 'The Sun', di una giovane di 26 anni.

"C'erano ragazze ovunque - dice una fonte del tabloid - alcune erano davvero al tappeto". La polizia allertata alla 4 del mattino, durante i festeggiamenti, sta indagando su ciò che potrebbe essere accaduto al Great John Street Hotel, uno degli alberghi più lussuosi della città, meta preferita dei ragazzi del United, che anche il Natale scorso si erano riuniti all'Hotel facendo seri danni.

A finire sotto accusa per violenza sessuale è Jonny Evans, difensore di 19 anni. Attualmente è in stato di fermo, per lui con tutta probabilità ci sarà una dura sanzione penale e lo stop alla appena iniziata carriera al prestigioso team inglese.

Guarda le fotografie di quella serata pubblicate dal Sun

L'invito alla festa prevedeva il divieto assoluto di portare con sè cellulari o videocamere ed è stato assunto il personale addetto alla sicurezza che non permettesse intrusioni. Il divieto di partecipazione era esteso, oltre a fidanzate e mogli anche al tecnico Sir Alex Ferguson e agli altri dirigenti. A niente sono valse, dunque, le raccomandazioni del ct che aveva concesso a malincuore il permesso di organizzare la festa a patto che i ragazzi non si mettessero nei guai.

natale.excite.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle - Excite Network Copyright ©1995 - 2017