Excite

Secondo un astronomo australiano Gesù sarebbe nato a giugno

Nessun bue ed asinello a riscaldare la fredda capanna dove Gesù Bambino è nato, poiché l'eccezionale evento sarebbe avvenuto non a dicembre bensì a giugno. La tesi è sostenuta da un astronomo australiano, Dave Reneke, che attraverso un software ha disegnato l'esatta posizione di tutti i corpi celesti che brillarono sopra la Terra Santa all'epoca della nascita di Cristo.

Secondo Reneke, che ha localizzato la congiunzione planetaria apparsa nella costellazione del Leone al 17 giugno dell'anno secondo prima della nascita di Cristo, la stella cometa seguita dai Re Magi altro non fu che la congiunzione dei pianeti Venere e Giove.

L'astronomo ha affermato che la sua scoperta non può far altro che rinforzare la fede, in quanto dimostra che "ci fu un evento straordinariamente luminoso in quell'epoca".

Foto: Adorazione dei Magi di Giotto

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017