Excite

Emergenza Congo, aiuta la popolazione con Excite Social

Sono migliaia le persone in fuga dalla regione del Nord Kivu, nell'Est della Repubblica Democratica del Congo, dove è ripreso il conflitto tra l'esercito della Repubblica democratica del Congo (Fardc) e i ribelli del Congresso nazionale per la difesa del popolo (Cndp), guidati dal generale dissidente filo-ruandese Laurent Nkunda.

Clicca qui per sostenere la popolazione con Excite Social e COOPI

Dopo essere stati temporaneamente evacuati nella confinante città rwandese di Gisenyi, i sei operatori espatriati di COOPI - Cooperazione Internazionale sono rientrati da venerdì a Goma, capoluogo del Nord Kivu, dove nei giorni scorsi si sono verificati saccheggi, stupri e uccisioni mentre l'esercito regolare congolese si stava ritirando in seguito all'avanzata dei ribelli, giunti da mercoledì alle porte della città. Durante i disordini ha perso la vita anche Honnoré Singi-Singi, un logista locale di COOPI.

Nel Nord Kivu COOPI ha in corso progetti medico-nutrizionali d'urgenza a favore delle popolazioni sfollate nei campi a Nord di Goma, nei quali sono impiegati i nostri sei operatori internazionali (2 nutrizionisti, 1 medico, 1 logista, 1 amministratore, 1 coordinatore) e il personale locale. COOPI ha preso in carico 5017 bambini malnutriti, di cui 854 severamente debilitati, che vengono accolti e curati all'interno dei centri nutrizionali-ambulatoriali seguendo l'approccio PCCMA (Prise en charge communautaire de la Malnutrition aigue - metodo comunitario di cura della malnutrizione acuta).

"Il Ministero della Sanità congolese partecipa al coordinamento degli aiuti, martedì si dovrebbe avere un quadro chiaro della suddivisione dei ruoli per ONG" spiega Giacomo Franceschini, responsabile dei progetti COOPI in Repubblica Democratica del Congo. "Si sa fin d'ora comunque che COOPI, per la sua presenza sul territorio e la sua conoscenza delle problematiche specifiche, avrà un ruolo di riferimento nel settore nutrizione. Per il momento tutti gli aiuti si limitano alla città di Goma, in attesa degli esiti della prima missione nei territori di Rutshuru, organizzata da OCHA. Si teme infatti per la sorte di più di 1,5 milioni di persone che nei giorni scorsi hanno abbandonato, in fuga, le loro case. COOPI è pronta ad intervenire con il suo team di esperti locali ed internazionali."

COOPI è presente in Repubblica Democratica del Congo da metà degli anni 70. Dal 2000 COOPI ha sviluppato la propria presenza, con progetti di emergenza, di ricostruzione e di sviluppo, in 8 diverse regioni del paese: Kinshasa, Equatore, Maniema, Ituri, Kasai Orientale, Nord Kivu, Sud Kivu e Katanga. A oggi COOPI ha in servizio in RDC, nelle varie regioni, più di 40 operatori internazionali, oltre a diverse centinaia di operatori locali. I principali settori di intervento sono la nutrizione, la sanità, protezione di minori e donne vittime di violenze, la sicurezza alimentare.

Manda un contributo e sostieni la popolazione

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017